10/4/18

IFRS 9: effetti diluiti per gli intermediari finanziari 106 TUB

Con una nota pubblicata sul proprio sito il 9 aprile 2018 (Applicazione delle disposizioni transitorie in materia di IFRS 9 agli intermediari finanziari ex. art. 106 TUB), la Banca d'Italia ha consentito agli intermediari finanziari iscritti nell'albo previsto dall'art. 106 TUB di beneficiare di un periodo di cinque anni al fine di distribuire l'impatto sui fondi propri derivante dall'applicazione del nuovo principio.

La deroga è prevista ai sensi dell'art. 473-bis del Regolamento (UE) n. 575/2013 (Capital Requirements Regulation – CRR). Il principio contabile IFRS 9 si applica già dall'esercizio 2018.

Gli intermediari finanziari dovranno comunicare alla Vigilanza se intendono beneficiare della deroga o meno entro 30 giorni dalla data di pubblicazione del provvedimento sul sito della Banca d'Italia. Nella comunicazione, gli intermediari finanziari dovranno anche dar atto di quale metodo di calcolo intendano avvalersi.

La Circolare 288 (Istruzioni di Vigilanza per gli intermediari finanziari) sarà aggiornata alla prima utile occasione.

Leggi tutto
30/3/18

Cessione del quinto dello stipendio: Banca d'Italia emana nuovi orientamenti.

Dopo gli interventi del 2009 e del 2011, la Banca d'Italia torna a occuparsi del comparto "cessione del quinto dello stipendio" (CQS) dettando nuovi orientamenti volti a evidenziare la pratiche scorrette rilevate sul mercato e a suggerire le best practice che gli operatori virtuosi dovrebbero adottare.

La Banca d'Italia ritiene il settore CQS particolarmente sensibile, sia per la fascia di clientela, notoriamente più debole, alla quale si rivolge, sia per l'elevato numero di reclami che lo caratterizza, rispecchiato in un ampio numero di ricorsi davanti all'Arbitro Bancario e Finanziario (ABF - i contenziosi trattati dall'ABF relativi al comparto CQS rappresentano, anno 2017, il 72% del totale).

Nell'ampio documento, la Vigilanza si sofferma su numerosi aspetti rilevanti: valutazione del merito creditizio della clientela, prefinanziamenti, costi e relativa rappresentazione, rete distributiva (trasparenza dei costi connessi, responsabilità delle banche e degli intermediari finanziari, remunerazione), comunicazioni alla clientela, cessione dei rapporti.

Significativa anche la novità inerente il prospetto standard di rappresentazione dei costi di estinzione alla clientela volto a migliorare la conoscenza del consumatore dei costi relativi non solo al nuovo prestito, ma anche a quelli relativi all'estinzione (per esempio derivanti dalla mancata restituzione delle commissioni cosiddette upfront).

Tutti gli orientamenti si intendono applicabili anche alla delegazione di pagamento.

La Banca d'Italia si attende il pronto allineamento del mercato ai nuovi indirizzi, riservandosi lo svolgimento delle azioni di controllo di competenza.

Leggi tutto
8/3/18

Pubblicato Action Plan della Commissione Europea sulle fintech

La Commissione Europea ha pubblicato il piano di azione per lo sviluppo dell'industria fintech (ossia l’innovazione nel settore dei servizi finanziari resa possibile dalla tecnologia - technology-enabled innovation in financial services), con l'ambizioso obiettivo di rendere l'Unione Europea un centro di attrazione e sviluppo ideale per le startup di questo promettente settore.

La Commissione ha individuato 8 aree di azione su cui si attendono nell'immediato futuro significativi interventi:

1) garantire requisiti di autorizzazione chiari e convergenti per le imprese fintech;

2) fornire un quadro di norme comuni e soluzioni interoperabili per le tecnologie finanziarie;

3) permettere ai modelli di business innovativi di espandersi in tutta l’UE attraverso i facilitatori dell’innovazione;

4) valutazione dell’adeguatezza del quadro normativo sotto il profilo della neutralità tecnologica;

5) eliminare gli ostacoli all’uso dei servizi di cloud;

6) iniziativa per una blockchain pubblica dell’UE;

7) sviluppo di capacità e conoscenze in un laboratorio dell’UE per le tecnologie finanziarie;

8) rafforzare la ciber-resilienza del settore finanziario dell’UE.

Il nostro studio, che si occupa sia di diritto bancario e finanziario, sia della normativa legata alle nuove tecnologie, osserva con attenzione tutti gli sviluppi che coinvolgono un settore trasversale alle proprie competenze come l'area fintech.

Leggi tutto
16/2/18

Valuta virtuale: il Mef pone in pubblica consultazione la bozza dello schema di decreto per i prestatori di servizio.

Il Mef ha posto in consultazione fino al 16 febbraio 2018 lo schema del decreto per la comunicazione dell’operatività sul territorio nazionale, da parte dei prestatori di servizi relativi alla valuta virtuale. 

La definizione fornita ricalca esattamente quella prevista dal D.Lgs. 90/2017, intendendosi per valuta virtuale “la rappresentazione digitale di valore, non emessa da una banca centrale o da un’autorità pubblica, non necessariamente collegata a una valuta avente corso legale, utilizzata come mezzo di scambio per l’acquisto di beni e servizi e traferita, archiviata e negoziata elettronicamente.

Saranno obbligati ad effettuare tale comunicazione sia i soggetti che già svolgono tale attività, sia coloro che intendono avviarla. 

Leggi tutto
16/2/18

Antiriciclaggio. Banca d’Italia pubblica le “buone prassi” in tema di individuazione e di adeguata verifica rafforzata delle Persone Politicamente Esposte.

A seguito dell’esito di alcune ispezioni relative alle modalità con cui gli intermediari bancari adempiono agli obblighi di adeguata verifica rafforzata, la Banca d’Italia ha deciso di emanare una serie di “buone prassi” in materia di Persone Politicamente Esposte.

Tali prassi hanno ad oggetto:

  • Il governo della gestione delle PEPs
  • le modalità di individuazione delle PEPs
  • la classificazione del relativo rischio di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo
  • le modalità di adeguata verifica rafforzata delle PEPs
  • il sistema dei controlli interni (controlli di primo livello e controlli della funzione antiriciclaggio).
Leggi tutto
9/2/17

Entro il 30 giugno l’adeguamento per le piattaforme di social lending

Le nuove regole in materia di raccolta del risparmio da parte di soggetti diversi dalle banche sono entrate in vigore lo scorso 1° gennaio 2017 e interessano anche il social lending.

Sono diverse le novità, in particolare per le società cooperative (per il cosiddetto “prestito sociale”) e per le piattaforme di crowd funding e social lending.

Per queste ultime, in particolare, e, in una certa misura, per coloro che ne usufruiscono in qualità di prestatori e di prenditori, le nuove regole saranno pienamente operative dal prossimo 30 giugno 2017.

Leggi tutto
1/8/16

Princivalle Apruzzi Danielli in un finanziamento su base project per euro 26,1 milioni

Princivalle Apruzzi Danielli – Studio Legale ha assistito un importante gruppo industriale nel finanziamento su base project – per 26.1 milioni di euro – di 6 impianti biogas, già operativi, alimentati a biomassa. L’operazione è stata personalmente seguita dai partner Lorenzo Princivalle e Valentina Apruzzi.

Leggi tutto
2/2/16

Dal “marchio comunitario” al “marchio dell’Unione Europea”

Al termine dello scorso anno, il 24 dicembre 2015, è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea il Regolamento (UE) n. 2015/2424 del Parlamento Europeo e del Consiglio recante modifica del regolamento sul marchio comunitario. Il regolamento modificativo entrerà in vigore il 23 marzo 2016. Da tale giorno la denominazione dell’UAMI cambierà in “Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale (EUIPO) e il marchio comunitario sarà denominato “marchio dell’Unione europea”. Le riforma proposta risponde all’esigenza di una maggiore armonizzazione dei sistemi nazionali di tutela dei marchi dei paesi membri UE e comporta uno snellimento delle procedure e una riduzione delle tasse applicate, principalmente per il rinnovo del marchio comunitario.

Quale conseguenza, i marchi comunitari già registrati diverranno automaticamente “marchi dell’Unione Europea” e le domande in corso domande per “marchi dell’Unione Europea”.

Di seguito trovate un link al nuovo regolamento comunitario visibile sulla pagina dell’UAMI/EUIPO (https://oami.europa.eu/tunnel-web/secure/webdav/guest/document_library/contentPdfs/legal_reform/regulation_20152424_it.pdf)

In vista dell’imminente entrata in vigore della riforma il Presidente dell’UAMI ha precisato che il rinnovo dei marchi comunitari che scadono prima del 23 marzo 2016 saranno soggetti al pagamento delle tasse di rinnovo attualmente in vigore (quelle vigenti pre-riforma) anche se il rinnovo viene richiesto dal titolare del marchio comunitario dopo tale data. Mentre il rinnovo dei marchi comunitari che scadono a decorrere dal 23 marzo prossimo in poi saranno soggetti al pagamento delle nuove tariffe anche se la richiesta di rinnovo viene effettuata dal titolare del marchio comunitario prima dell’entrata in vigore del nuovo regolamento. I moduli di domanda e il nuovo calcolatore delle tasse saranno aggiornati automaticamente sul sito dell’UAMI per rispecchiare il nuovo sistema in vigore.

Leggi tutto
2/2/16

Il sito internet di Princivalle Apruzzi Danielli è ora disponibile in cinese

Princivalle Apruzzi Danielli costruisce un ponte fra l’Italia e la Cina: la scelta di tradurre il proprio sito web anche in cinese intende avvicinare lo studio alle imprese italiane con interessi in Cina, da un lato, e agli studi legali e potenziali clienti cinesi che abbiano necessità di assistenza in Italia, dall’altro.

Leggi tutto
19/1/16

E’ on line il nuovo website di Princivalle Apruzzi Danielli

Siamo lieti di comunicare che è on line il nuovo website di Princivalle Apruzzi Danielli – Studio Legale – Bologna.

Il sito è stato ampliato e ridisegnato secondo un gusto essenziale e moderno, che rende ancora più facile la consultazione, il reperimento delle informazioni e dei recapiti per contattare lo Studio.

Ci auguriamo che sia di vostro gradimento!

Leggi tutto
29/12/15

Princivalle Apruzzi Danielli nell’acquisizione di quote di s.r.l.

Princivalle Apruzzi Danielli ha assistito, in un’operazione conclusa immediatamente a ridosso delle festività, un gruppo industriale italiano nell’acquisizione di una quota di una s.r.l.

La transazione, di rilevante valore economico, vedeva come parte venditrice un’importante banca e ha anche comportato la necessità di sciogliere il patto parasociale vigente fra i soci.

Leggi tutto
18/5/15

Pubblicate anche le nuove istruzioni di vigilanza per gli intermediari finanziari

Come ci si attendeva, la Banca d’Italia ha emanato, subito dopo la pubblicazione del decreto di attuazione del d. lgs. 141/2010, le nuove istruzioni di vigilanza per gli intermediari finanziari.

Si può dunque considerare concluso l’iter normativo di riforma dell’intermediazione finanziaria in Italia.

Leggi tutto
12/5/15

Arrivano le norme attuative per gli intermediari finanziari

Lo scorso 8 maggio è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, dopo lunga attesa, il d.m. 2 aprile 2015 n. 53 in materia di intermediari finanziari.

Dopo questo provvedimento, che entrerà in vigore il prossimo 23 maggio, si attendono solo le nuove Istruzioni di Vigilanza della Banca d’Italia affinché la riforma degli intermediari finanziari, avviata con d.lgs. 141/2010, veda finalmente pieno compimento.

Facilitazioni sono previste per le società di recupero crediti che, a determinate condizioni, potranno rendersi cessionarie dei crediti stessi, per le fideiussioni infragruppo e per i finanziamenti concessi da produttori di beni o servizi a soggetti appartenenti alla filiera distributiva del prodotto.

Leggi tutto
14/4/15

Princivalle Apruzzi Danielli nell’acquisizione da parte di una società ungherese del distributore italiano

Princivalle Apruzzi Danielli, con i partner Valentina Apruzzi e Lorenzo Princivalle, ha assistito un importante cliente ungherese nell’acquisizione del proprio distributore italiano. L’operazione si è conclusa nel dicembre 2014.

Leggi tutto
1/12/14

Disco verde del Consiglio di Stato al MEF sugli intermediari finanziari

Il Consiglio di Stato, lo scorso 6 novembre, ha dato il proprio sostanziale assenso alla prosecuzione dell’iter che dovrebbe condurre all’emanazione del decreto ministeriale che riordinerà il settore dell’intermediazione finanziaria.

Si tratta di un tassello fondamentale perché la riforma che ha preso avvio con il d. lgs. 141/2010 trovi definitiva e completa attuazione.

Leggi tutto
14/11/14

Guida in stato di ebbrezza e lavori di pubblica utilità: un meccanismo che funziona

La Legge 120/2010 prevede la possibilità di sostituire le sanzioni previste dalla legge per la guida in stato di ebbrezza, con lo svolgimento di un’attività non retribuita a favore della collettività. Tale meccanismo comporta – in caso di svolgimento positivo – la revoca della confisca del veicolo, la riduzione del tempo della sospensione della patente e l’estinzione del reato.

Non è sempre agevole per un avvocato trovare gli enti che diano la disponibilità per lo svolgimento dei lavori di pubblica utilità, ma viste le numerose convenzioni stipulate dal Tribunale di Bologna e l’esperienza dello Studio Legale Princivalle Apruzzi Danielli in questo campo, si può affermare come tale meccanismo non rimanga solo sulla carta, ma possa essere un valido ed efficace strumento alternativo alla condanna per tale reato.

Leggi tutto
24/2/14

Novità in materia di internazionalizzazione e competenza territoriale per le controversie relative a società estere

E’ stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la legge 21 febbraio 2014 n. 9 che ha convertito con modifiche il decreto legge “Destinazione Italia” 145/2013. (E possibile reperire il testo al seguente link http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2014/02/21/14A01372/sg)

Tra le novità di rilievo segnaliamo:

–          L’incremento di 22,5 milioni delle risorse del fondo per la promozione degli scambi e l’internazionalizzazione delle imprese e la penetrazione nel nostro paese delle start up innovative, destinato principalmente alle PMI

–          Modifiche al decreto 168/2003 istitutivo delle sezioni specializzate in materia di impresa con la previsione di Tribunali competenti per le controversie che coinvolgono società con sede all’estero.

Leggi tutto
17/12/13

Nuovi Uffici

Dal prossimo 20 gennaio 2014 Princivalle Apruzzi Danielli – Studio Legale si sposterà nei nuovi e più confortevoli uffici di Via Santo Stefano 50, sempre nel pieno centro di Bologna.

Leggi tutto
4/9/13

Incentivi Smart e Start per le imprese del Sud Italia

Lo Studio, grazie ai collegamenti con le regioni interessate (in particolare, ma non solo, Puglia e Sardegna) fornisce consulenza agli imprenditori interessati ad accedere agli incentivi Smart Start per nuove piccole imprese del mezzogiorno.

L’incentivo Smart (per le regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia) potrà essere utilizzato per coprire i costi di gestione sostenuti nei primi anni di attività.

L’incentivo Start (per le regioni Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) stanzia contributi per le spese d’investimento iniziale in innovazione.

Leggi tutto
4/9/13

Le opportunità della Tech City

Sempre più società e piccole start-up scelgono di spostare la propria sede oltremanica, nel distretto produttivo basato a Londra e comunemente noto come Silicon Roundabout o Tech City.

Le opportunità di networking e la dotazione di infrastrutture d’avanguardia, unite alla tassazione particolarmente favorevole, rendono lo spostamento estremamente attraente.

Il nostro Studio Legale è in grado di prestare asssitenza per il trasferimento o la costituzione della vostra società nel Regno Unito.

Per contatti e informazioni: info@pa-lex.com o +39 0510930400

Leggi tutto
Il nostro sito web utilizza cookies del servizio di Google Analytics al fine di elaborare analisi statistiche sulle modalità di navigazione degli utenti del sito. Proseguendo nella navigazione acconsenti all’uso dei cookiesPiù info Accetto